Luoghi dal fascino delicato
Treni che attraversano dolcemente la campagna inglese
Un’Inghilterra del Sud tutta da scoprire

Ami il fascino inglese e stai pensando di andare in Inghilterra per le tue prossime vacanze ma sei stanco della solita Londra? Allora preparati ad affrontare un viaggio completamente diverso!

C’è una parte di Inghilterra dove lo sguardo abbraccia distese di campi immensi punteggiati da greggi di pecore, mentre ville di lord inglesi spuntano qua e là nella campagna.

Siamo nell’Inghilterra del sud, precisamente nelle contee di West Sussex, Hampshire, Somerset, Bristol, Wiltshire e dell’Isola di Wight.

Siamo partiti senza aspettarci giornate calde e luminose. E invece…è accaduto proprio il contrario! Abbiamo avuto la fortuna di vedere paesaggi incantevoli illuminati da un sole inaspettato!
Prima di portarti con noi tra castelli, città frizzanti, antiche terme romane e campagne sconfinate, ecco qualche informazione pratica che potrà essere utile per il tuo viaggio.

Informazioni pratiche

Dove arrivare

In Gran Bretagna ci sono numerosi aeroporti, la scelta su quale atterrare dipende dalla città da cui inizierai la tua avventura. Ad esempio, i due aeroporti più comodi per raggiungere il sud del Paese sono:

  • Londra Gatwick. Da qui potrai prendere il treno diretto verso alcune città sulla costa del sud come Portsmouth o Brighton. Da Gatwick i prezzi sono più convenienti rispetto ad altri aeroporti.
  • Bristol. L’aeroporto di Bristol è a soli 20 minuti di bus dalla stazione centrale Bristol Temple Meads, raggiungibile con la comodissima Flyer Express Coach.

Noi abbiamo optato per Bristol con un volo da Venezia.
Southampton è più vicino geograficamente a Portsmouth, ma è molto scomodo per i voli dall’Italia oltre a non prevedere collegamenti diretti in treno.

Curiosità
Lo sapevi che a Londra ci sono 6 aeroporti? È la seconda città al mondo con il maggior numero di aeroporti (principali e secondari). La prima è New York con 7.

 

Quanti giorni servono

Il nostro itinerario è durato 9 giorni. Le città che abbiamo visitato, in linea di massima si possono tranquillamente visitare in un giorno intero ciascuna. La nostra base è stata Portsmouth, dalla quale ogni giorno abbiamo preso il treno andata e ritorno in giornata. A Bristol e all’Isola di Wight invece ci siamo fermati due giorni.

Come spostarsi

Per questo viaggio ci siamo sempre affidati al treno. Le città infatti sono ben collegate tra di loro e i treni sono frequenti.
I prezzi non sono così economici, perciò ti consigliamo di prenotare un paio di giorni in anticipo, o se possibile, di viaggiare in gruppi da 3 a 9 persone. In questo modo potrai accedere a notevoli sconti!

Noi abbiamo utilizzato Southern, un’applicazione per smartphone non proprio intuitiva ma efficace per l’acquisto dei biglietti dei treni nel sud dell’Inghilterra. Per pagare online o per pagare i biglietti nelle macchinette senza commissioni e cambi valuta, abbiamo sempre utilizzato la carta di Transferwise.

Se non hai la carta Transferwise, allora ti consigliamo di utilizzare l’app di Trainline. Un’app in lingua italiana, facile ed intuitiva con l’unico inconveniente di una piccola commissione sull’acquisto dal momento che puoi pagare in euro.

Spostarci in treno ci ha permesso di viaggiare rilassati, guardando la campagna scorrere sotto i nostri occhi. E i paesaggi inglesi sono perfetti per questo tipo di viaggi.

In alternativa puoi noleggiare un’auto che ti permetterà di muoverti con più autonomia

Dove dormire

Anche qui in Inghilterra abbiamo scelto AirBnb. Ci piace un sacco passare del tempo con la gente del posto per farci dare consigli preziosi o semplicemente per scambiare quattro chiacchiere.

A Bristol abbiamo alloggiato da una deliziosa signora che vive con il suo cagnolino in una casetta a schiera. Al nostro risveglio aveva preparato il tè e dalla radio uscivano le note di Here comes the sun. E no, non ce lo siamo inventati, è stato proprio così!

A Portsmouth invece abbiamo dormito a casa di una coppia di giovani ragazzi che stavano sistemando il loro van per partire e fare un viaggio di qualche settimana.

E infine all’Isola di Wight il nostro host è stato un signore che in circa mezz’ora ci ha rivelato tantissimi consigli su cosa vedere nell’isola.

Se preferisci altre soluzioni puoi sempre rivolgerti a Booking.com, ai piccoli B&B o alle tipiche pensioni inglesi. Troverai sicuramente dei posticini deliziosi.

Le 7 città imperdibili in Inghilterra del sud

L’Inghilterra del sud ha delle cittadine e dei luoghi ricchi di fascino e meraviglia. Ecco qui 7 città che non ti puoi perdere se viaggerai in questa parte di Inghilterra.

Attenzione: sarà amore a prima vista!

Bristol

Bristol

Città e contea, Bristol si trova nel sud-ovest dell’Inghilterra e sorge sul fiume Avon.

È giovane, frizzante e si respira aria di vacanza.

Bristol è il mix perfetto di musei, bar e pub, parchi, angolini e punti strategici da cui ammirare il paesaggio.

Qualche esempio? L’M-Shed, l’Arnolfini e We The Curios sono musei da visitare assolutamente, insieme all’area dell’Harbourside, il Wapping Wharf (cuore pulsante di Bristol), la Millennium Square ed il Clifton Suspension Bridge.

Tieni gli occhi aperti mentre cammini: quando meno te l’aspetti ti puoi imbattere nelle pareti colorate dai graffiti dello street artist Banksy. Bristol è proprio la sua città natale.

Ti piacciono i murales? Allora leggi l’articolo su Teufelsberg a Berlino.

Ad ogni modo qui a Bristol i festival non mancano. Uno tra i più famosi? La Bristol International Balloon Fiesta ad agosto, quando più di 150 mongolfiere si alzano in cielo. Ed è subito magia!

Da non perdere

Il parco del Clifton Observatory. Da lì si può osservare il Suspension Clifton Bridge avvolti dalla quiete. La vista è impagabile!

Curiosità

A Bristol ci sono le Cascade steps, ovvero delle scale da cui scende dell’acqua. Per chi non è delicato, è un ottimo modo per rinfrescarsi i piedi dopo una lunga camminata tra le vie della città!

 

Bath

Bath

Architettura gotica e fascino fiabesco: non c’è modo migliore per descrivere Bath, nel Somerset.

Fondata dai Romani come centro termale, Bath è conosciuta tuttora per le sue antiche terme che sono tra le meglio conservate in tutto il mondo (vedi le foto in fondo alla pagina). Proprio qui sgorgano le uniche sorgenti calde naturali della Gran Bretagna.

Grazie alle sue terme, Bath è stata dichiarata Patrimonio dell’UNESCO. Ma Bath non è solo terme, è molto di più.

È situata ad una sola fermata di treno da Bristol ed è una piccola gemma ricca di storia e angolini da fiaba. Mentre passeggi tra le sue antiche viuzze, pensa che Jane Austen ha vissuto qui per alcuni anni della sua vita. Ti sembrerà di vivere dentro un romanzo!

Dalla stazione al centro bastano pochi minuti a piedi per ritrovarsi immersi in questo piccolo gioiello: l’Abbazia di Bath, i negozietti tipici, i Parade Gardens, le piccole cascate con il Pulteney Bridge sullo sfondo…Il centro è ricco di stradine contornate da splendidi edifici georgiani.
Se ami camminare puoi salire fino all’Alexandra Park e ammirare il centro di Bath in lontananza.

Da non perdere

L’orchestra che suona negli eleganti Parade Gardens. L’entrata in questa piccola oasi di pace e fiori curati costa 1,50£ e se sei fortunato ti può capitare di trovare la banda che suona. Sole nel viso, dolci melodie, profumo di scones dal bar poco distante. Bath ci piace ricordarla così.

Fai un salto anche al Royal Crescent, un complesso armonico di 30 abitazioni disposte a mezzaluna. Il n°1 di Royal Crescent è un museo che ha ricreato la Bath del 1700.

Il nostro consiglio per il pranzo: il Bill’s Bath, nel quale gustare un brunch di tutto rispetto!

Curiosità

Il sabato i locals amano andare al Green Park Station Market, mercato degli agricoltori, dove si possono trovare prodotti locali e street food.

 

Portsmouth

Portsmouth

Importante centro portuale e città natale di Charles Dickens, Portsmouth non è una città movimentata, ma il bello è proprio questo: sa trasmettere nell’anima quella nostalgia che a parole non si può spiegare.

Di Portsmouth ci sono rimaste nel cuore le viste sul mare che infondono serenità, le passeggiate sul lungomare con la South Parade Pier in lontananza ed alcuni paesaggi malinconici.

Portsmouth si trova a un paio d’ore da Londra e, anche se non è molto grande, non mancano le cose da fare: musei dedicati alla sua lunga tradizione marina, bar dove gustare le famose “pie” dolci o salate, bere un caffè con la vista sul mare, locali caratteristici dove perdersi in chiacchiere gustandosi una bella pinta di birra.

Esempi? Tra il Southsea Castle (Castello dei Mari del Sud), la casa di Charles Dickens e il Portsmouth Naval Memorial farai una bella immersione nella storia di Portsmouth. Dietro a questo memoriale c’è un’enorme area verde che prosegue per qualche miglio, la “Southsea Common”. Gente di tutte le età si ritrova qui ad ogni ora per riposare, chiacchierare, bere, fare un barbecue o semplicemente stare in compagnia.

Il simbolo per eccellenza della città è la Spinnaker Tower, 170 m. E da lassù la vista è semplicemente incantevole.

Da non perdere

Il locale per gli amanti della musica e dei vinili: il Pie and Vinyl. Qui trovi delle pie deliziose, ma non servono alcol! In compenso c’è una stanzetta interamente dedicata a vinili, cd e cassette di musica dagli anni ’60 in poi.

Bere un caffè guardando l’orizzonte al The Canteen. Dolci spaziali, vista sul mare, arredamento romantico. E c’è pure una terrazza per le calde giornate estive.

Curiosità

Al Museo di Portsmouth puoi scoprire la storia della città gratuitamente.

 

Arundel

Arundel

A circa un’ora da Portsmouth e un paio d’ore da Londra si trova Arundel, un gioiellino degno di un film su cavalieri e principesse da salvare.

Questa pittoresca cittadina è famosa soprattutto per il suo maestoso castello medievale con giardini da sogno.

Arundel è raggiungibile in treno e già il viaggio in sé è un concentrato di magia: per arrivarci si passa attraverso sconfinati campi verdi dove brucano greggi di pecore, distese dorate con alberi sullo sfondo e cottage che spuntano qua e là.

Appena arrivati alla stazione di Arundel c’è un passaggio pedonale che conduce direttamente al centro città in circa 10 minuti. Da qui si scorge già in lontananza il castello, pura meraviglia per gli occhi!

La stazione di polizia, l’ufficio postale nell’angolo, la macelleria e il ristorantino ti daranno l’impressione di essere catapultato indietro di qualche decennio. In ogni edificio di Arundel traspaiono anni di storia, in particolare nella Cattedrale, nel Castello e nel Museo di Arundel.

Da non perdere

Una passeggiata con vista sulle campagne infinite attorno al Lago Swanbourne. Arundel ha un immenso parco poco distante dal centro. La passeggiata attorno al lago è lunga poco meno di 2 km. Poca gente, qualche rumore ovattato dal centro in lontananza ed il vento che soffia tra i campi sconfinati.

Curiosità

Da marzo a ottobre è possibile noleggiare una barca a remi e trascorrere dei momenti immersi nella natura di Swanbourne Lake. In quest’area ci sono numerose specie di uccelli, cigni e anatre.

 

Salisbury

Salisbury

Salisbury è una cittadina suggestiva nella contea di Wiltshire molto conosciuta per la sua immensa cattedrale dove si trova una copia ben conservata della Magna Charta. Al di là di questo luogo, che senza dubbio vale la pena visitare, Salisbury ci ha stupito per l’innovazione che emerge dalla tradizione.

A pochi passi dalla stazione si trova il Fisherton Mill, un luogo nel quale si concentrano creatività e passioni.

Il Fisherton Mill è un misto tra bar, galleria, negozi, laboratori.
Sempre qui si svolgono dei workshop per imparare a lavorare a maglia, a fare i massaggi, rilegare i libri e decorare gli ambienti con le piante.

Se ti capita di andare a Salisbury, facci un salto.

Anche Salisbury è a portata di mano. Si gira tranquillamente a piedi perdendosi tra la Riverside Walk, le chiese di St. Thomas (entrata gratuita) e decine di birrerie tradizionali tra cui The pheasant Inn.
Tra le vie medievali ci sono più di 200 negozi indipendenti!

Da Salisbury si raggiunge facilmente uno dei siti storici più celebri dell’Inghilterra: Stonehenge. Bastano 30 minuti di bus per immergersi in misteri e leggende senza tempo.

Da non perdere

La Gallery 21, una galleria d’arte piena di originali e vibranti opere d’arte di svariati stili: quadri ispirati alla pop art, paesaggi impressionisti, soprammobili in vetro colorato, quadri fatti di farfalle. L’entrata è gratuita.

 

Isola di Wight

Isola di Wight

La prima cosa che viene in mente quando si parla dell’Isola di Wight è il famoso festival di musica rock che si è svolto per la prima volta nel 1968. Negli anni successivi hanno suonato musicisti del calibro di Bob Dylan, Jimi Hendrix, Doors e altri miti senza tempo. Assistere a concerti del genere in un panorama mozzafiato come quello dell’Isola di Wight deve essere stato un sogno in quegli anni!

Oggi, per vivere il fascino immutato dell’Isola di Wight bastano 40 minuti di traghetto da Portsmouth o 15 minuti di hovercraft.

I paesaggi di quest’isola sono incantevoli: scogliere a picco sul mare, colline con vista sull’orizzonte e spiagge bellissime. Un luogo perfetto per trascorrere un paio di giorni in mezzo alla natura.

L’Isola di Wight è dotata di una buona rete di trasporti e noi abbiamo usato il bus per spostarci da una parte all’altra dell’isola. Da Sandown, dove abbiamo dormito, siamo arrivati a nord dell’isola, per poi scendere nuovamente verso sud.

In quest’isola si trova una delle residenze d’epoca più belle che abbiamo visto fino ad ora: la Osborne House, residenza estiva della Regina Vittoria. Abbiamo passato ore dentro questo luogo magico, dove nelle innumerevoli stanze riecheggiano nostalgici ricordi mai vissuti.

Le strade dell’isola sono un continuo saliscendi e da una parte all’altra ci sono dei veri e propri angolini da sogno: Ventnor a sud, The Needles a ovest, Sandown a est.

Da non perdere

Una cena o una semplice pinta dissetante allo Spyglass Inn: un pub arredato in puro stile navale con vista mare situato a Ventnor.

Curiosità

Si dice che l’Isola di Wight sia l’isola più stregata del mondo oltre che teatro di spaventose leggende sui fantasmi e attività paranormali. Secondo alcune teorie, strane e misteriose presenze del passato girano tranquillamente nelle abitazioni, nei parchi e nei vecchi edifici dell’isola. Inquietante, vero?

 

Brighton

Brighton

Brighton è un’altra affascinante città sul mare posizionato nella contea dell’East Sussex. Tra le vie di questa cittadina si respira un’aria carica di vita e libertà. Vuoi per il gran numero di giovani che la popolano, vuoi per i suoi colori e la vena artistica, Brighton si contraddistingue dagli altri paesi  inglesi con un particolare fascino.

Abbiamo adorato  passeggiare tra i Narrow Lanes, “viuzze strette” gremite di negozi storici oltre che di murales colorati e profumi invitanti.

Brighton pullula di giovani ed è super colorata: la facciata con i musicisti del The Prince Albert pub e i vari murales che si incontrano passeggiando nell’area di North Lane, rendono Brighton un meraviglioso mix di colori e di sensazioni positive.

Passeggia nella spiaggia di Brighton, tra sedie a sdraio a righe rosse, bianche e blu, gabbiani in volo e le piers. Di sicuro anche tu come noi, respirerai freschezza e libertà e non vedrai l’ora di tornarci per esplorarla ancora meglio.

Da non perdere

Il Royal Pavillon: una villa maestosa dal sapore orientale. Il principe Giorgio IV la fece costruire per le sue feste e per creare un ambiente che richiamasse l’India e la Cina.

Curiosità

Il Brighton Palace Pier, che puoi vedere nella foto sopra, è un molo lungo circa mezzo chilometro con un mega luna park tutto da scoprire.

 

Allora, l’Inghilterra del Sud ti potrebbe piacere? Se invece ci sei già stato, siamo curiosi di sapere se ti è piaciuta e se ci sono altri gioiellini nascosti da scoprire. Scrivilo nei commenti!